BENVENUTO NEL SITO DEL " TRIBUNALE ECCLESIASTICO INTERDIOCESANO PARTENOPEO E DI APPELLO "
BENVENUTO NEL SITO DEL " TRIBUNALE ECCLESIASTICO INTERDIOCESANO PARTENOPEO E DI APPELLO"
BENVENUTO NEL SITO DEL " TRIBUNALE ECCLESIASTICO INTERDIOCESANO PARTENOPEO E DI APPELLO"
BENVENUTO NEL SITO DEL " TRIBUNALE ECCLESIASTICO INTERDIOCESANO PARTENOPEO E DI APPELLO"
BENVENUTO NEL SITO DEL " TRIBUNALE ECCLESIASTICO INTERDIOCESANO PARTENOPEO E DI APPELLO"
 
 Ricerca
 
 
 
 
 







Sei in » IL PROCESSO
 
Dettaglio articolo
COME INZIARE UNA PRATICA DI NULLITA' MATRIMONIALE

Sotto la voce DOCUMENTAZIONE è possibile scaricare il modello per la richiesta di consulenza gratuita, al fine di verificare la possibilità di introdurre la causa di nullità del proprio matrimonio canonico.

Il Tribunale Ecclesiastico Interdiocesano Partenopeo è competente a trattare le cause di nullità matrimoniale nei seguenti casi:

1. quando il matrimonio è stato contratto nell’ambito del territorio delle Diocesi di Acerra, , Aversa, Capua, Caserta, Ischia, Napoli, Nola, Pompei, Pozzuoli, , Sorrento - Castellamare di Stabia;

2. quando una delle parti ha il domicilio nell’ambito del territorio delle predette Diocesi.

3. quando la maggior parte dei testimoni che dovranno essere ascoltati hanno il domicilio nell'ambito delle predette Diocesi.


Il procedimento per la declaratoria di nullità matrimoniale ha numerose peculiarità rispetto a cause analoghe trattate innanzi ad altri Tribunali.

La principale è quella per cui non è possibile dare inizio ad un processo di nullità matrimoniale se non si riscontra la possibilità concreta che quanto asserito da chi chiede di accertare la validità del proprio matrimonio abbia un fondamento giuridico, il fumus boni iuris (parvenza di buon diritto).

La presenza del fumus è una condizione indispensabile, senza la quale non è possibile dare inizio ad un procedimento di nullità matrimoniale.

L’esistenza del fumus viene verificata per ben due volte all’inizio della pratica, al momento del primo incontro con un Avvocato, ed in occasione dell’ammissione del ricorso introduttivo della causa (il libello) da parte del Presidente del Tribunale.

Il fedele che è interessato a cominciare una pratica di nullità matrimoniale preliminarmente dovrà incontrare un Avvocato scegliendolo tra: 

1. Avvocati abilitati, che sono quelli che hanno ottenuto l’abilitazione al patrocinio presso il Tribunale Ecclesiastico Interdiocesano Partenopeo;

2.   Avvocati rotali, vale a dire Avvocati che, avendo ottenuto il titolo di studio superiore del diploma della Rota Romana, possono patrocinare presso qualsiasi Tribunale Ecclesiastico e in tutti i gradi di giudizio (primo grado – secondo grado – Tribunale Apostolico della Rota Romana).

3.  Patroni stabili, vale a dire di uno degli avvocati che svolgono la loro professione in modo stabile, quanto autonomo, presso il Tribunale. La parte assistita dal Patrono Stabile non è tenuta a pagare alcun onorario, poichè i Patroni stabili sono remunerati dal Tribunale stesso. Il Presidente del Tribunale assegna alle parti il Patrono Stabile secondo la disponibilità del servizio.

Terminata la consulenza e verificata la possibilità di cominciare la causa per la dichiarazione di nullità del matrimonio, la parte può dare mandato all’Avvocato prescelto.


COSTI

Al di là del fatto che si scelga un professionista di fiducia o un patrono stabile, si è comunque tenuti al pagamento delle spese di causa, che ammontano a € 525,00, mentre per gli onorari dei professionisti di fiducia la Conferenza Episcopale Italiana ha previsto specifiche tariffe.


TEMPI

Una pratica trattata in primo grado presso il Tribunale Ecclesiastico Interdiocesano Partenopeo ha una durata media compresa tra i dodici ed i diciotto mesi.

 

 
 


 
 News
RIAPERTURA DEL TEIPA
Sotto la voce DOCUMENTAZIONE è possibile scaricare la circolare relativa alla riapertura del TEIPA
08/05/2020
NUOVE DETERMINAZIONI AMMINISTRATIVE CEI
Sotto la voce DOCUMENTAZIONE è possibile scaricare le nuove Determinazioni amministrative della CEI in vigore dal 1° gennaio 2020
18/12/2019
MODULO PER RICHIESTA DI CONSULENZA
Sotto la voce Documentazione è possibile scaricare il modulo per la richiesta di consulenza
10/04/2019
REGOLAMENTO
Sotto la voce Documentazione è possibile scaricare il nuovo Regolamento in vigore ad experimentum fino al 29 giugno 2018
02/02/2018
Il Tribunale Ecclesiastico Interdiocesano Partenopeo e di Appello
Sotto la voce DOCUMENTAZIONE è possibile scaricare la circolare del Vicario Giudiziale sul TEIPA
10/11/2017
Disponibile la nuova disciplina per le cause dopo il Motu Proprio
Sotto la voce Documentazione è possibile scaricare la circolare relativa alle incardinazioni delle pratiche dopo l'otto dicembre 2015
20/11/2015
ONLINE IL REGOLAMENTO INTERNO PER I DIFENSORI DEL VINCOLO
E' disponibile sotto la voce Documentazione il Regolamento interno per i Difensori del Vincolo in formato .pdf
30/04/2013
ONLINE LA PAGINA FACEBOOK DEL TRIBUNALE
E' online la pagina Facebook del Tribunale www.facebook.com/tercampano
01/03/2013
AVVISO AGLI UTENTI
La registrazione ed il Login al sito non sono ancora attivi, saranno implementati a breve.
19/12/2012
Attivazione PEC
In data 13 dicembre 2012 è stata attivata la PEC del Tribunale Ecclesiastico Campano. Gli avvocati iscritti all'albo che sono interessati possono inviare una mail dalla loro pec a cancelleria@pec.tercampano.it, per regolamenti e modalità.
13/12/2012
 
In Evidenza
R.E.C. Tribunale Ecclesiastico Interdiocesano Partenopeo e di Appello Tel. 081.290990
In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al D.P.S.
 
 R.E.C.Tribunale Ecclesiastico Regionale Campano e di Appello - Largo Donnaregina, 22 - 80138 - Napoli - Cod.Fis.94178650639 (NA) - Italia
 Tel: 081.290990 - Fax: 081.449443 - Email: cancelleria@tercampano.it
CMS-solution powered by CyberNET